Chi siamo

Ci sono molti modi per fare cose utili per la gente e il territorio. Tutti sono ugualmente importanti e nobili. Alcuni però sono più impegnativi; più difficili; più delicati.

In una parola, danno molta, molta più soddisfazione.

 

La Guardia Nazionale

La Guardia Nazionale è un Corpo di Volontari nato nel 1997 per iniziativa di alcuni ex-appartenenti alle Forze Armate e alle Forze dell'Ordine, che desideravano mettere le proprie competenze e professionalità al servizio del territorio e della popolazione. Da allora si è evoluta in una Organizzazione di Volontariato (ONLUS) articolata, operante nella Protezione Civile, nel soccorso alla popolazione in emergenza, nella tutela del territorio, della fauna e del patrimonio ecologico, nella difesa del suolo e della sicurezza urbana, collaborando con gli Enti regionali e locali (Comuni e Province) nelle mille necessità quotidiane. I Volontari della Guardia Nazionale supportano la Polizia Locale dei Comuni nelle attività di prevenzione, gestione del territorio e sicurezza urbana; intervengono in emergenza come Protezione Civile e soccorso in zone impervie (montagna, foreste, grotte, fiumi, laghi ecc), ricercano le persone scomparse, assicurano rifornimenti e trasporti di viveri, maeriali e eprsonale in zone di crisi, in Italia e all'estero. 

Nella Guardia Nazionale sono presenti numerosi specializzazioni, e i suoi Volontari devono seguire un rigoroso e continuo addesramento per utilizzare al meglio le procedure e le attrezzature necessarie per i loro compiti. Oggi non ci sono più soltanto ex-militari: casalinghe, pensionati, studenti, chiunque può entrare a far parte della GN, purché seriamente motivato e pronto a dare il meglio di sé nei molti difficili compiti del Corpo.

Essere Guardia

Essere nella Guardia Nazionale è uno dei modi più straordinari di mettere il proprio tempo e le proprie energie a disposizione della comunità. Chi entra nella Guardia Nazionale non vuole “solo” aiutare, ma anche difendere e proteggere la popolazione, il territorio, la fauna, il patrimonio urbano ed ecologico,  l’ambiente; chi diventa uno di noi sceglie di entrare in campo, in prima persona, per proteggere, giorno e notte, il territorio e la gente che ci vive e lavora. Da ogni tipo di abuso e pericolo, fianco a fianco con le Istituzioni e con gli Enti locali.

La Guardia Nazionale sorveglia il territorio, protegge l’ambiente, tutela gli animali e la fauna, la popolazione, contribuisce alla sicurezza dei centri abitati, alla salvaguardia dei tesori d’arte e della natura, presta soccorso alle persone e assiste la popolazione in caso di emergenza o di necessità. E per fare tutto questo, occorrono persone particolari, che possono essere chiunque, studenti, casalinghe, pensionati…purchè vogliano davvero diventare persone speciali: persone che vogliono mettersi al servizio della comunità.

 

Diventare una Guardia

Siamo Volontari, certo: ma nei compiti che svolgiamo ci viene richiesta una professionalità elevata. Non è un’attività semplice, né comoda, e non solo perché si tratta di servizi pubblici. E’ un impegno serio e faticoso. Quando c’è un’emergenza, a noi non chiedono se ce la sentiamo, se abbiamo freddo o se siamo stanchi. A noi chiedono di intervenire perché c’è bisogno di noi; e si aspettano che portiamo a termine il nostro compito fino in fondo, finchè l’emergenza non cessa. Le attrezzature non sono sempre agevoli da usare, le condizioni ambientali a volte sanno essere terribili: i disagi e le fatiche da affrontare possono davvero far paura. E’ un’attività che impone sacrifici e fatica. Ci vuole coraggio; ci vuole determinazione, abnegazione, spirito di sacrificio, ci vuole un’approfondita preparazione e una grande passione.

I requisiti sono: cittadinanza italiana, 18 anni di età, forte motivazione e passione per l'ambiente perché le Guardie operano perlopiù all'aperto. Occorre tenere presente che per quanto Volontari, le Guardie sono sottoposte ad una disciplina severa durante il servizio, e l'addestramento rigoroso prevede lunghe sessioni all'aperto e in ambiente anche impervio.

E' possibile arruolarsi nella Guardia Nazionale anche a partire dai 16 anni di età, previo consenso dei genitori o tutori legali, ma in questo caso non sarà possibile avere ruoli operativi in emergenza.

Ogni attività svolta nella Guardia Nazionale è assolutamente gratuita e non è previsto alcun compenso.

 

Come si diventa una Guardia?

  1. Anzitutto dovrai presentarti al Distaccamento più vicino a te. Lì riceverai tutte le informazioni sul Corpo della Guardia Nazionale, sule attività, sugli obblighi e impegni che dovrai assumerti.
  2. A questo punto, dovrai redigere la documentazione per l’arruolamento. Consiste in una domanda di arruolamento, una informativa di Legge sulla privacy e sulla conservazione dei dati personali, oltre a una autocertificazione dove dovrai specificare di non aver subito condanne penali o, se sì, quali. Tutti e tre questi documenti sono indispensabili per poter procedere con il tuo arruolamento e sono rigorosamente riservati e personali. In qualsiasi momento hai diritto di chiedere informazioni e assistenza, in totale riservatezza, sulla compilazione dei documenti. 
  3. A questo punto ti sei iscritto, ma non sei ancora diventato una Guardia. Dovrai frequentare il Corso Base di formazione, della durata di circa 40 ore, e sarà il Distaccamento presso il quale hai presentato la domanda di arruolamento a comunicarti la data di inizio. Il corso si tiene di norma presso la sede del Distaccamento (lezioni teoriche) o in strutture provinciali (prove pratiche).
  4. Non appena inizierai a frequentare il Corso Base, ti verrà fatta una iscrizione provvisoria con la qualifica di “Allievo” che ti permette di essere coperto dall’assicurazione per ogni eventuale imprevisto. Dopo le prime lezioni ti verrà consegnata una divisa da lavoro (tuta monopezzo nera) e i DPI necessari per le prove pratiche. Ricorda che gli standard del corso sono severi e prevedono una frequenza obbligatoria del 75% delle ore totali (cioè un minimo di 30 ore su 40), con il superamento obbligatorio delle prove pratiche sul campo, pena l’esclusione e, di conseguenza, il dover aspettare la successiva edizione del corso.
  5. Terminato il Corso Base e superati gli esami, ti verranno consegnati: un attestato di frequenza, un corredo di dotazioni di base (vestiario ed equipaggiamento), con la relativa “scheda dotazioni”, e la nomina a Guardia. 
  6. Successivamente, ti verrà fatta una fotografia digitale per la tessera di riconoscimento  personale che dovrai tenere con estrema cura, e per eventuali altri documenti di identificazione personale.
  7. A questo punto, se desideri intraprendere un addestramento specialistico e diventare specialista in una delle molte attività della Guardia Nazionale, potrai rivolgerti al tuo Distaccamento per tutte le informazioni del caso. Quando avrai effettuato i corsi di formazione previsti, sarai nominato Specialista e riceverai l’equipaggiamento e le attrezzature previste.

Ma il percorso formativo della Guardia è solamente all'inizio...